• Home
  • Guide
  • Sulle superfici
Coronavirus, il virus vive nella saliva, contagi sa superfici marginali

Coronavirus, il virus vive nella saliva, contagi da superfici marginali

Il nuovo coronavirus è un virus respiratorio che si diffonde principalmente attraverso le goccioline del respiro delle persone infette, ad esempio quando starnutiscono o tossiscono o si soffiano il naso. Espirando si diffonde.

Il coronavirus sulle superfici

In base a informazioni preliminari il virus potrebbe sopravvivere alcune ore sulle superfici ma gli studi sono ancora in corso.

“È assolutamente possibile che le goccioline di saliva cadendo su alcune superfici dei nostri ambienti familiari piuttosto che lavorativi per un po' di tempo possano avere al loro interno delle cellule che albergano il virus - ha dichiarato ieri il presidente del Consiglio superiore di sanità, Franco Locatelli, durante la conferenza stampa in Protezione civile -. È per questo che abbiamo chiaramente raccomandato nel decalogo del ministero della salute l’importanza di lavarsi frequentemente le mani e usare soluzioni detergenti adeguate per rimuovere questa possibile sorgente di infezione”. Ma “questa modalità di contagio è assolutamente marginale rispetto al contagio interumano” ha sottolineato.

“Non introdurre in casa abiti o scarpe” utilizzate all'esterno è perciò ritenuta da Locatelli una “posizione estrema”, che al momento non viene raccomandata.

Come evitare il contagio di nuovo coronavirus?

Innanzitutto restando a casa e spostandoti solo per motivi di lavoro, salute o per fare la spesa. Lavati le mani frequentemente con acqua e sapone o usando soluzioni alcoliche. Non toccarti occhi, naso e bocca con le mani. Evita assolutamente le strette di mano e gli abbracci. Evita contatti ravvicinati e mantieni la distanza di almeno un metro dagli altri.

Come tenere pulite le superfici?

L’utilizzo di semplici disinfettanti è in grado di uccidere il virus annullando la sua capacità di infettare le persone, per esempio disinfettanti contenenti alcol (etanolo) al 75% o a base di cloro all’1% (candeggina). Ricorda di disinfettare sempre gli oggetti che usi frequentemente (il tuo telefono cellulare, gli auricolari o un microfono) con un panno inumidito con prodotti a base di alcol o candeggina (tenendo conto delle indicazioni fornite dal produttore).

Fonte Ministero della Salute